Da Fondimpresa 5 milioni di euro per la formazione dei lavoratori di piccole e medie imprese. Fossa: gli strumenti per l'aggiornamento ci sono, bisogna usarli

Ven, 11/12/2009

Fondimpresa stanzia 5 milioni di euro per l’aggiornamento dei lavoratori della piccola e media impresa. Con l'Avviso 4/2009 il Fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil Cisl e Uil mette a disposizione contributi aggiuntivi, da sommare alle risorse che l'azienda richiedente ha accumulato nel proprio Conto Formazione. In questo modo vengono supportate le imprese che, avendo pochi dipendenti, non hanno accantonato somme sufficienti a coprire il loro progetto. Il contributo massimo che potrà essere erogato per ogni piano è pari a 8.000 euro. I contributi potranno finanziare piani aziendali o voucher formativi, e saranno concessi dal 1° febbraio 2010 fino al 15 ottobre 2010. Semplicissima la procedura di presentazione delle domande: in qualsiasi momento, a sportello.

Appartiene alla piccola e media dimensione di impresa la maggior parte delle aziende che aderiscono al Fondo: il 97%. Su questo target, che incontra maggiori difficoltà nell’avviare processi formativi, Fondimpresa ha concentrato un impegno particolare, centrando l’obiettivo di portare la formazione dove non c’è: tramite il Conto di Sistema, uno dei canali di finanziamento, le pmi che fanno formazione sono il 90%. Tramite il Conto Formazione, l’altro canale, più adatto alla grande impresa, sono il 64%.

L’Avviso prosegue l’esperienza positiva dell’Avviso 3/2008, che si concluderà a gennaio e ha già prodotto 500 piani formativi per circa 4.000 lavoratori. Numeri maturati in pochi mesi, che indicano l'efficacia dello strumento. “Fare formazione è possibile se si creano gli strumenti giusti, e noi abbiamo creato un sistema conveniente ed efficace” osserva Giorgio Fossa, presidente di Fondimpresa. Le piccole e medie imprese, sottolinea Fossa, hanno bisogno di formazione e si stanno impegnando: nel 2007 faceva formazione il 44,7% delle pmi, nel 2008 il 49,8% (Isfol 2009). “Sono cinque punti percentuali in più in un solo anno, e per di più in un anno difficile. Ma se si guarda al dato della grande impresa, che è 80,2%, si capisce che c’è ancora molto da fare. Noi mettiamo in condizioni di fare. Con Fondimpresa ci sono tutte le opportunità per aggiornare lavoratori e processi organizzativi, senza costi e senza le complicazioni burocratiche che, giustamente, spaventano ogni imprenditore. Gli strumenti ci sono, bisogna usarli”.

Documentazione