IL FONDO INTERPROFESSIONALE PER LA FORMAZIONE
     CONTINUA PIU' VICINO ALLA TUA IMPRESA
Link a documento o URL esterno
thumbnail
Fondimpresa e il Gruppo Bancario Intesa Sanpaolo hanno stretto un accordo per la concessione, da parte delle banche del Gruppo Intesa Sanpaolo, di particolari facilitazioni alle piccole e medie aziende aderenti a Fondimpresa.

Due le agevolazioni finanziarie, parallele e cumulabili, previste:
1. Anticipo Contributi
2. Finanziamento Gestione Business - Fondimpresa

1) Anticipo Contributi
Linea di credito transitoria destinata a finanziare le spese relative allo svolgimento delle attività previste dai piani formativi già autorizzati da Fondimpresa a valere esclusivamente sulle risorse del Conto Formazione.

La natura specifica della tipologia di credito consente al Gruppo Intesa Sanpaolo di offrire delle condizioni economiche di particolare favore alle imprese.

Tutti i movimenti finanziari relativi alla realizzazione del Piano Formativo dovranno transitare su un conto corrente dedicato, acceso presso la Banca che concederà l'agevolazione. Tale conto veicolerà quindi, unicamente, gli addebiti derivanti dai pagamenti attinenti al Piano Formativo, nonché il bonifico disposto da Fondimpresa, a conclusione del piano stesso, subordinatamente all'esito positivo della valutazione del rendiconto.

Importo massimo: 80% del finanziamento concesso dal Conto Formazione
Durata massima: 15 mesi
Tasso d'interesse: di particolare vantaggio sulla base del rating riconosciuto all'azienda

Iter da seguire:

  • L'azienda presenta il Piano Formativo a Fondimpresa
  • Fondimpresa, subordinatamente all'esito positivo dell'istruttoria, concede l'Autorizzazione all'Avvio Attività mediante copia della notifica di autorizzazione
  • L'azienda presenta alla Banca copia della notifica di autorizzazione unitamente al Piano Formativo o altro documento prodotto da Fondimpresa che riporti l'importo oggetto del contributo
  • La Banca provvede alla delibera ed eventuale concessione della linea di credito e ne comunica l'esito all'azienda
  • L'azienda presenta alla Banca istanza per l'ottenimento dell'agevolazione finanziaria tramite mandato irrevocabile ad incassare (Modello 1)
  • L'azienda comunica a Fondimpresa (e per conoscenza alla Banca) di aver conferito alla Banca il mandato irrevocabile ad incassare (Modello 2)
  • Fondimpresa comunica alla Banca (e per conoscenza all'azienda) l'accettazione del mandato irrevocabile accreditando direttamente sul conto corrente dedicato la somma del Conto Formazione spettante, alla conclusione del piano formativo ed a seguito della presentazione della rendicontazione dello stesso, nella misura risultante dalla sua approvazione da parte del Fondo (Modello 3)
  • L'erogazione avverrà a seguito del pervenimento del Modello 3 che dovrà riportare l'importo autorizzato da Fondimpresa e che dovrà essere coerente con quanto previsto nel Piano Formativo.

La rendicontazione delle spese deve essere redatta secondo le procedure e i limiti formali previsti dalla Guida alla gestione e rendicontazione dei piani formativi aziendali di Fondimpresa.

2) Finanziamento Gestione Business – Fondimpresa
Linea di credito destinata al finanziamento del circolante delle imprese aderenti a Fondimpresa per esigenze finanziarie di breve periodo, connesse ad iniziative di formazione.

Importo massimo: 100.000,00 euro
Durata massima: 18 mesi
Tasso d'interesse: di particolare vantaggio sulla base del rating riconosciuto all'azienda

Le aziende possono rivolgersi presso la filiale più vicina per verificare le specifiche condizioni praticate in caso di richiesta.

Le agevolazioni finanziarie sono soggette ad approvazione da parte della Banca interessata.

Elenco delle banche del Gruppo Intesa Sanpaolo aderenti alla Convenzione:

Intesa Sanpaolo SpA;
Banca dell'Adriatico SpA;
Banca di Trento e Bolzano SpA;
Banco di Napoli SpA;
Cassa di Risparmio di Forlì e della Romagna SpA;
Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia SpA;
Cassa di Risparmio del Veneto SpA;
Cassa di Risparmio di Venezia SpA;
Cassa di Risparmio in Bologna SpA;
Cassa di Risparmio di Civitavecchia SpA;
Cassa di Risparmio di Rieti SpA;
Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia SpA;
Banca di Credito Sardo SpA;
Banca CR Firenze SpA;
Cassa di Risparmio della Provincia di Viterbo SpA;
Banca Monte Parma SpA;
Casse di Risparmio dell'Umbria SpA;
Banca Prossima SpA.

aggiornamento 24 marzo 2014