IL FONDO INTERPROFESSIONALE PER LA FORMAZIONE
     CONTINUA PIU' VICINO ALLA TUA IMPRESA
Il 22 novembre 2017 è stato sottoscritto un aggiornato "Protocollo di Intesa su criteri e modalità per la condivisione, tra le parti sociali, dei piani formativi" (vedi "Protocollo").
Il nuovo protocollo di intesa è in vigore dal 1° gennaio 2018.


Modernizzare costantemente i processi produttivi e rinnovare i prodotti è oggi indispensabile per reggere i continui cambiamenti. Questo rende indispensabile l'aggiornamento delle risorse umane in ogni tipo di impresa. 

La stessa necessità si pone per dare nuove opportunità alle aziende in crisi e ai lavoratori a rischio espulsione dal mercato del lavoro.

In Italia gran parte di questa operazione, strategica per il futuro della nostra economia e per non aggravare le dinamiche sociali, si regge sui finanziamenti che arrivano dai Fondi interprofessionali per la formazione continua.

Con i Fondi le imprese possono fare formazione per i loro lavoratori senza costi. Scopri come.

Con i Fondi, e Fondimpresa è il più grande, finalmente viene finanziata una formazione che serve davvero al mondo del lavoro. Perché a decidere come spendere le risorse sono proprio imprese e lavoratori, grazie alla gestione bilaterale.

Con Fondimpresa le aziende iscritte fanno parte di un sistema all'avanguardia, che dà loro la gestione diretta della maggior parte delle risorse economiche versate per la formazione dei lavoratori. Scopri come.
Sono le imprese e i lavoratori a versare i soldi per la loro formazione.

Infatti tutte le imprese private e, dal 2009, le pubbliche e le ex esercenti pubblici servizi versano l'1,61% del monte salari come contributo obbligatorio contro la disoccupazione involontaria. Con la legge 845 del 1978, parte di questo contributo, il cosiddetto 0,30%, viene destinato alla formazione dei lavoratori.
Con la legge 388/2000 tutte le aziende che versano lo 0,30% possono scegliere di destinarlo a un Fondo interprofessionale per la formazione continua. In caso di adesione, lo 0,30 va comunque all'Inps, che lo gira al Fondo indicato dall'azienda.
L'adesione è volontaria, gratuita e può essere attivata o disdetta in ogni momento.

Ogni Fondo, quindi, riceve ogni anno risorse proporzionali al numero dei lavoratori occupati nelle imprese che lo hanno scelto e le impiega per finanziare la formazione delle medesime imprese.

Da solo, Fondimpresa riceve annualmente, in base alla scelta delle imprese, il 56% delle risorse dei Fondi interprofessionali.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.

Sottocategorie

Tutte le aziende aderenti a Fondimpresa possono utilizzare i finanziamenti per la formazione attraverso tre canali:

Il Conto di Sistema 

Il Conto Formazione
 
Gli Avvisi con contributo aggiuntivo

Scegliendo di aderire a Fondimpresa, ogni azienda dispone direttamente del 70% dei contributi versati, tramite il Conto Formazione, e può partecipare agli Avvisi del Conto di Sistema, che stanziano risorse provenienti dal restante 26% degli stessi contributi.
Dal 1° gennaio 2015 le imprese possono scegliere di destinare al proprio Conto Formazione l'80% dei contributi versati. Questa opzione, revocabile in ogni momento, può essere eseguita tramite il sistema informatico FPF.

Le aziende possono usufruire di ogni canale di finanziamento, anche contemporaneamente, per più iniziative di formazione.
Per far parte del mondo Fondimpresa e avere le risorse economiche necessarie per aggiornare o riqualificare i lavoratori basta seguire un percorso in tre tappe. Passaggi semplici ma indispensabili per essere nelle condizioni di piena operatività.
Aderire, registrarsi, presentare un piano.

Aderire vuol dire comunicare all'Inps la propria iscrizione al Fondo e far iniziare il trasferimento delle risorse.

Registrarsi
 vuol dire mettersi nelle condizioni di operare attivamente, richiedendo login e password personalizzate per ogni azienda, che consentono di accedere al sistema. E' la condizione indispensabile per presentare i piani formativi.

Presentare un piano
: può farlo direttamente l'azienda o può farlo un soggetto delegato. 

Nelle rispettive sezioni le informazioni di approfondimento.