IL FONDO INTERPROFESSIONALE PER LA FORMAZIONE
     CONTINUA PIU' VICINO ALLA TUA IMPRESA
Link a documento o URL esterno
thumbnail

Gianni Bugno

“Organizzazione e gestione del tempo”

“Un concetto estremamente affascinante nel mondo dello sport è quello di “tempo”: ha accezioni diverse a seconda dei contesti, fino ad assumere significati diametralmente opposti”.

“La capacità di organizzare il tempo per uno sportivo è una cosa di importanza fondamentale: sapere quanto tempo dedicare all’allenamento è essenziale, così come è essenziale sapere quanto tempo dedicare al recupero ed al riposo. Sapere in quanto tempo avrei percorso un certo numero di km, poter fare affidamento sui miei tempi era fondamentale in allenamento è indispensabile in gara. Questo inevitabilmente forma il carattere degli atleti. L’organizzazione fa parte del modus operandi che gli atleti applicano anche alla vita di ogni giorno, una preziosa competenza trasversale che rivela utile nella vita lavorativa che segue la fine della carriera sportiva degli atleti.

Ma quando parliamo di tempo ad un atleta non possiamo non legarlo alla parola memoria: il tempo crea memorie che trasformano i ricordi sbiaditi in storia, ma è anche inesorabile quando determina la fine della carriera per quei personaggi che la storia la stanno scrivendo.

Scandisce periodi ed epoche, a colpi di attrezzature migliori, abbigliamento adatto e tecnico, metodologie di allenamento e tecnologia. Ma il tempo non è mai solo questo per uno sportivo è soprattutto arbitro ed unico vero giudice della continua sfida con te stesso.

Se ci pensate bene è proprio il tempo attraverso i “record” ed i “primati”, che permette di misurarsi “senza tempo”, con la storia, con tutti quei personaggi e quegli atleti che ci sarebbe stato impossibile incontrare anagraficamente, ma che hanno lasciato un segno indelebile”.