IL FONDO INTERPROFESSIONALE PER LA FORMAZIONE
     CONTINUA PIU' VICINO ALLA TUA IMPRESA
Link a documento o URL esterno
thumbnail

Alessandro Camilleri

“L’esperienza di HerAcademy e l
’apprendimento continuo come una delle principali leve di employability individuale e di competitività aziendale”

Hera, nata nel 2002 e quotata in Borsa dal 2003, è oggi tra le maggiori multiutility nazionali, operativa principalmente nei settori ambiente (gestione rifiuti), idrico (acquedotto, fognature e depurazione) ed energia (distribuzione e vendita di energia elettrica, gas e servizi energia). A cui si aggiungono l'illuminazione pubblica e i servizi di telecomunicazione. Nel Gruppo Hera lavorano oggi più di 9.000 dipendenti che soddisfano i bisogni di 4,3 milioni di cittadini in 330 comuni dell'Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Marche, Toscana e Veneto. 

Nel Gruppo nel 2011 nasce HerAcademy, la Corporate University, a completamento di un percorso di ricerca che ha ulteriormente certificato gli standard qualitativi e quantitativi delle attività formative del Gruppo. “L’obiettivo – ci spiega Camilleri - è avere un hub di ricerca e innovazione interno all’azienda che valorizzi l’esperienza e sviluppi le competenze dei nostri collaboratori, promuovendo la cooperazione e lo scambio di conoscenze, anche in ottica di re-skilling e up-skilling, attraverso un sistema strutturato di Academy Professionali interne”.

  • Come è organizzata la formazione in azienda?

“Il modello formativo di Gruppo si basa sull’abilitazione delle persone ad essere protagonisti del proprio sviluppo formativo all’interno di processi strutturati e innovativi di valutazione delle competenze, rilevazione dei fabbisogni, programmazione, erogazione e monitoraggio continuo delle attività formative. Nel 2020, nonostante l’emergenza sanitaria, sono state erogate 235.854 ore di formazione a livello di Gruppo pari a 26 ore pro capite, con il 95% della popolazione coinvolta”.

  • L’esperienza di fare formazione con Fondimpresa quali vantaggi ha portato per l’azienda?

“L’utilizzo dei fondi interprofessionali di formazione finanziata da parte del Gruppo è cresciuto costantemente negli ultimi anni, arrivando a superare il 30% dell’investimento economico complessivo sostenuto per le attività formative. Il completo e corretto utilizzo dei fondi ad integrazione delle disponibilità economiche ordinarie assume particolare rilevanza in un contesto in cui l’apprendimento continuo rappresenta una delle principali leve di employability individuale e di conseguenza di competitività aziendale”.