IL FONDO INTERPROFESSIONALE PER LA FORMAZIONE
     CONTINUA PIU' VICINO ALLA TUA IMPRESA
Link a documento o URL esterno
thumbnail

Tiziano Minuti

Il viaggio nel mare della teleformazione inizia con Gruppo Caronte & Tourist,  leader nel traghettamento sullo Stretto di Messina e in quello da e verso le Isole Minori della Sicilia. Le società del gruppo assicurano anche collegamenti sulle tratte di Messina/Salerno, Palau/La Maddalena e Piombino/Elba. “Alle ultime rilevazioni pre-COVID contavamo circa 1.300 dipendenti, ma la situazione post Covid ci ha messo a dura prova” spiega Tiziano Minuti, Responsabile Personale e comunicazione Gruppo Caronte & Tourist.

In un periodo delicato come quello che stiamo vivendo siete riusciti a trasformare la formazione in teleformazione. Quali sono stati i pro e i contro?
“Nella desertificazione fisica dei nostri uffici successiva al lockdown ci è sembrato di cogliere un segnale che indicasse una strada nuova, in cui la somministrazione di formazione potesse anche essere un ulteriore strumento di affezione e fidelizzazione all’azienda. E così abbiamo trasformato parte del piano formativo che avevamo in corso in teleformazione, sia per i dipendenti in smart working, sia per quelli sospesi. Il nostro è stato considerato un atto di attenzione non dovuto né usuale, e per ciò stesso apprezzatissimo. In verità non riesco a trovare un “contro” in quest’esperienza!”.

Il mondo della formazione continua è in evoluzione. La teleformazione secondo lei resterà uno strumento temporaneo o dovrebbe diventare strutturale?
“La teleformazione può e deve entrare strutturalmente nella cassetta degli attrezzi di chi organizza, opera e pratica la formazione, coniugandosi tuttavia con la formazione d’aula che rimane la modalità primaria e irrinunciabile. L’empatia tra aula e docenza, che ritengo sia la vera chiave del successo di ogni piano formativo, non può infatti rifuggire dal contatto fisico, dal linguaggio non verbale, da tutti quegli aspetti insomma che la formazione a distanza può solo provare a simulare”.